Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito potrebbe utilizzare cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati. 
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Royal Thai

Honorary Consulate of Turin

Italian Danish English French German Russian Spanish Thai

La Popolazione

 
Le Tribù
 
Nel Nord della Thailandia, in particolar modo nella striscia di terra definita come Triangolo d'Oro, convivono diversi gruppi etno-linguistici.
In questa zona aspra e montuosa, in villaggi isolati, vivono un gran numero di popolazioni diverse che sono globalmente definite "tribù delle colline". 
Per mancanza di fonti scritte, (queste popolazioni non conoscono la scrittura e non hanno tramandato oralmente la propria storia), non ci sono teorie definite sull'origine di queste tribù.
 
Molte di loro emigrarono in queste zone nei secoli scorsi dalle regione del Tibet, della Cina, della Birmania e del Laos.  L'eterogeneità di questi gruppi è essenzialmente basata sulla lingua, su alcuni elementi della cultura e sui bellissimi e colorati abiti femminili che ne indicano l'appartenenza ai diversi gruppi etnici. 
In alcune tribù si parlano lingue del ceppo Sino-Tibetano (Karen) mentre altre si esprimono in lingue Austriche (Hmong e Mien).
 
Nel Triangolo d'oro questi gruppi, definiti "tribali" si differenziano sulla base del loro stanziamento territoriale: le pianure alluvionali sono abitate da contadini sedentari dediti alla cultura dell'aratro, nelle altitudini più elevate, invece, le tribù (Shan, Karen, Luan, Htin) vivono strappando con il fuoco la terra da coltivare alle foreste, tuttavia la maggioranza di questi gruppi etnici è composta da agricoltori sedentari.
 
Nella loro economia, oltre a quella di mercato, si possono individuare forme di scambio in cui ognuno riceve ciò che ha donato. Un caso esemplare è rappresentato dalle feste, frequenti e aperte a tutti i membri.
In occasione di un matrimonio, di una nascita, di un funerale o di un rito di iniziazione il capofamiglia sacrifica un animale per rinsaldare i rapporti comunitari, esorcizzare una malattia o saldare un debito.
 

CONDIZIONI D'USO

Copyright © 2013. All Rights Reserved.